Cause dell’epilessia

In molti casi la causa dell’epilessia non è nota. Tuttavia, ci sono alcuni fattori conosciuti che causano l’epilessia:

  • genetica
  • Alcune persone possono avere geni che rendono più probabile l’epilessia
  • Trauma della testa – ad esempio, durante un incidente stradale
  • Condizioni cerebrali – ictus o tumori
  • Malattie infettive – per esempio, AIDS e encefalite virale
  • Lesioni prenatali – danni cerebrali che si verificano prima della nascita
  • Disturbi dello sviluppo – per esempio, autismo o neurofibromatosis

L’epilessia non ha alcuna causa identificabile in circa la metà di quelli con la condizione. Nell’altro, la condizione può essere tracciata a vari fattori.

  • Influenza genetica. Alcuni tipi di epilessia, che sono classificati per il tipo di sequestro che si verifica o la parte del cervello che è colpita, eseguita in famiglie. In questi casi è probabile che ci sia un’influenza genetica.
  • I ricercatori hanno collegato alcuni tipi di epilessia a geni specifici, anche se si stima che fino a 500 geni possano essere legati alla condizione. Per la maggior parte delle persone, i geni sono solo una parte della causa dell’epilessia. Alcuni geni possono rendere una persona più sensibile alle condizioni ambientali che causano crisi epilettiche.
  • Trauma alla testa. Il trauma del capo a seguito di un incidente stradale o di un altro trauma può causare epilessia.
  • Condizioni cerebrali. Le condizioni cerebrali che causano danni al cervello, come tumori cerebrali o colpi, possono causare epilessia. L’ictus è una causa principale di epilessia negli adulti di età superiore a 35 anni.
  • Malattie infettive. Malattie infettive, come la meningite, l’AIDS e l’encefalite virale, possono causare l’epilessia.
  • Lesioni prenatali. Prima della nascita, i bambini sono sensibili ai danni cerebrali che potrebbero essere causati da diversi fattori, come un’infezione nella madre, carenza di nutrizione o carenze di ossigeno. Questo danno cerebrale può provocare epilessia o paralisi cerebrale.
  • Disturbi dello sviluppo. L’epilessia a volte può essere associata a disturbi dello sviluppo, come l’autismo e la neurofibromatosis.

Fattori di rischio

Alcuni fattori possono aumentare il rischio di epilessia.

  • Età. L’inizio dell’epilessia è più comune durante l’infanzia e dopo l’età di 60 anni, ma la condizione può verificarsi in qualsiasi età.
  • Storia famigliare. Se hai una storia familiare di epilessia, potresti essere a un rischio aumentato di sviluppare un disturbo di crisi.
  • Lesioni alla testa. Le lesioni alla testa sono responsabili di alcuni casi di epilessia. È possibile ridurre il rischio indossando una cintura di sicurezza durante la guida in un’auto e indossando un casco durante la bicicletta, lo sci, la guida di un motociclo o intraprendere altre attività ad alto rischio di lesioni alla testa.
  • Stroke e altre malattie vascolari. Colpi e altre malattie vascolari (vascolari) possono portare a danni cerebrali che possono causare l’epilessia. È possibile prendere una serie di misure per ridurre il rischio di queste malattie, inclusa la limitazione dell’assunzione di alcol e l’evitamento di sigarette, di mangiare una dieta sana e di esercitare regolarmente.
  • Demenza. La demenza può aumentare il rischio di epilessia negli adulti più anziani.
  • Infezioni cerebrali. Infezioni come la meningite, che provocano infiammazioni nel cervello o nel midollo spinale, possono aumentare il rischio.
  • Convulsioni nell’infanzia. A volte le febbri adolescenti possono essere associate a crisi epilettiche. I bambini che soffrono di episodi di alto febbre generalmente non svilupperanno l’epilessia, sebbene il rischio sia più elevato se presenta un lungo attacco, altre condizioni del sistema nervoso o una storia familiare di epilessia.

Leave a Reply