Tipi di crisi epilettiche

Ci sono tre diagnosi che un medico può fare quando si tratta di un paziente con crisi epilettiche:

  • Idiopatica – questo significa che non c’è nessuna causa apparente.
  • Cryptogenic – questo significa che il medico pensa che sia probabilmente una causa, ma non è in grado di individuarlo.
  • Simptomatic – questo significa che il medico sa quale sia la causa.

Ci sono tre descrizioni di convulsioni, a seconda di quale parte del cervello iniziò l’attività epilettica:

Sequestro parziale

Un sequestro parziale significa che l’attività epilettica si è verificata in una parte del cervello del paziente. Ci sono due tipi di sequestro parziale:

  • Sequenza parziale semplice – il paziente è consapevole durante il sequestro. Nella maggior parte dei casi, il paziente è anche consapevole del proprio ambiente, anche se il sequestro è in corso.
  • Secchezza parziale complessa – la coscienza del paziente è compromessa. Il paziente non ricorderà generalmente il sequestro, e se lo fanno, la loro memoria sarà vaga.

Sequestro generalizzato

Una crisi generalizzata si verifica quando entrambe le metà del cervello hanno attività epilettica. La coscienza del paziente è persa mentre il sequestro è in corso.

Connessioni tonico-cloniche (precedentemente conosciute come crisi epilettiche) – forse sono il tipo più conosciuto di sequestro generalizzato. Essi provocano una perdita di coscienza, rigidità del corpo e agitazione.

Assunzioni epilettiche (precedentemente chiamate petit mal seizures) – questi comportano corti brevi nella coscienza dove l’individuo sembra staring nello spazio. Le assunzioni di assenza spesso rispondono bene al trattamento.

Connessioni toniche – i muscoli diventano rigidi. Possono causare una caduta.

Connessioni atoniche – perdita di controllo muscolare, causando improvvisamente l’individuo a cadere.

Connessioni cloniche – associate a movimenti ritmici e sconvolgenti.

Sequestro generalizzato secondario

Una sequestro secondario generalizzato si verifica quando l’attività epilettica inizia come un sequestro parziale, ma poi si diffonde a entrambe le metà del cervello. Come questo sviluppo accade, il paziente perde la coscienza.

Come si descrivono i diversi sintomi durante un sequestro?

Molti sintomi si verificano durante un attacco. Questa nuova classificazione li separa semplicemente in gruppi che coinvolgono il movimento.
Per crisi convulsive generalizzate:

  • I sintomi motori possono includere movimenti ritmici (clonic) ritmati, muscoli che diventano deboli o limpidi (atonici), i muscoli diventano tesi o rigidi (tonici), un breve muscolo twitching (myoclonus) o spasmi epilettici (il corpo si flette e si estende ripetutamente).
  • I sintomi non motori sono di solito chiamati convulsioni di assenza. Questi possono essere attacchi tipici o atipici di assenza (incantesimi fissanti). Le assunzioni di assenza possono anche avere brevi contusioni (myoclonus) che possono influenzare una parte specifica del corpo o solo le palpebre.

Per crisi focalizzate:

  • I sintomi motori possono anche includere i jerking (cloni), i muscoli che diventano muscoli danneggiati (atonici) o muscoli rigidi (tonico), un breve muscolo twitching (myoclonus) o spasmi epilettici. Ci possono essere anche automatismi o ripetuti movimenti automatici, come applausi o sfregamenti di mani, lipsmacking o masticazione o in esecuzione.
  • Sintomi non motori: esempi di sintomi che non influenzano il movimento potrebbero essere cambiamenti nella sensazione, nelle emozioni, nel pensiero o nella cognizione, funzioni autonomiche (come sensazioni gastrointestinali, onde di calore o freddo, gocciabumps, corse di cuore ecc.); Mancanza di movimento (chiamato arresto del comportamento).

Per crisi convulsive:

  • Le convulsioni del motore sono descritte come spasmi tonico-clonici o epilettici.
  • Le convulsioni non motoriche di solito includono un arresto del comportamento. Ciò significa che il movimento si ferma – la persona può solo guardare e non fare altri movimenti.

Cosa succede se non so quale tipo di crisi che io o la mia amata abbia?

Non è insolito che una persona non conosca il tipo di sequestro che hanno. Spesso le crisi sono diagnosticate sulla base delle descrizioni di ciò che un osservatore ha visto. Queste descrizioni potrebbero non essere completamente complete o non si può sapere dove una sequestro inizia da queste informazioni.
Quando le crisi epilettiche sono difficili da diagnosticare o sequestrare i farmaci non stanno lavorando per arrestare i crisi epilettiche, parlare con il medico o trattare il medico.

  • Vedere un neurologo o uno specialista di epilessia può essere necessario.
  • Avere prove come una scansione di risonanza magnetica (MRI) per esaminare il cervello ed i test EEG (elettroencefalogrammi) per registrare l’attività elettrica del cervello sono molto utili per diagnosticare correttamente i tipi di epilessia e epilessia.
  • Continuare a fare domande in modo da ottenere i giusti test e il trattamento giusto per il tuo tipo di crisi epilettiche e epilessia.

Leave a Reply